Azienda Agricola La Fonte

Mi chiamo Berbera van de Vate (Olandese). Da metà anni 90 mio marito Paolo Romagnoli e io ci occupiamo di modalità economiche locali, economie sostenibili, turismo ambientale e turismo di tipicità; abbiamo collaborato per anni in diverse iniziative in Europa con qualche progetto anche nell’emisfero sud.
Paolo non si è mai voluto staccare completamente dal suo territorio e pertanto abbiamo organizzato la nostra vita tra attività sul territorio modenese e progetti di economia sostenibile in giro per vari stati. 

Sto ora lavorando per concretizzare alcuni risultati della ricerca in un’azienda agricola sostenibile a Montese sull’Appennino Modenese che si trova a circa 900 metri s.l.m..


La missione aziendale di Az. Agr. La Fonte è quello di produrre cibo salutare con metodologie ecosostenibili. La rete di piccoli agricoltori all’interno di una FCA locale che stiamo formando ha come obiettivo di proporre cibi più salutari e sostenibili. Parliamo non solo produzione di frutta e ortaggi, ma anche di carni prodotte in modo sostenibile: proponiamo di usare poca carne e in modo più salutare e a cucinarla con metodologie a bassa temperatura.
Quest’anno abbiamo prodotto patate, orzo marzaiolo e pomodori da conserva nelle serre, oltre agli ortaggi ad uso aziendale.

Abbiamo avviato il recupero dei castagneti, preparato per mettere a dimora un piccolo frutteto di mele antiche e seminato il grano antico (varietà autonomia) per poter offrire ai consumatori il prossimo anno una farina che causa meno intolleranze.

Abbiamo avviato la produzione di carni sostenibili come faraone e capponi e inoltre stiamo preparando per la produzione di uova e l’allevamento di polli.

Stiamo infine recuperando l’allevamento del piccione che era molto diffuso sul territorio e la cui carne oggi viene sempre più utilizzata per alimentare i bimbi e le persone debilitate.

Sono socia del Des (distretto di economia solidale) Modena

Essendo il podere abbandonato da qualche anno ho avviato la pratica per l’annullamento del periodo di conversione.

Stiamo predisponendo per ospitare in azienda turismo rurale in modo che le persone e in particolar modo le famiglie con bimbi possano apprezzare e conoscere l’agricoltura, la cultura culinaria, le bellezze e la storia del territorio. Vogliamo inoltre predisporre iniziative sul cibo salutare e come utilizzarlo e su una corretta alimentazione.

Avendo una laurea in lettere, parlando varie lingue e essendo Olandese, ovviamente mi rivolgo anche a un pubblico straniero.

Queste  le prime produzioni:

1. Patate di Montese biologiche in sacchi da 5 e 10 chili
 Non sono state effettuate irrigazioni e concimazioni per forzare la produzione prediligendo la qualità nutrizionale e organolettica del prodotto.

2. Conserva di pomodoro in vasi da 700 ml
Avendo alcune serre oltre agli ortaggi ad uso famigliare abbiamo messo a dimora in due serre dei pomodori da conserva. Chi ce li ha trasformati ha fatto i complimenti per la qualità del pomodoro e la sua resa.

3. Avicoli: faraone e capponi
Propongo capponi allevati allo stato brado per Natale e faraone. Vengono allevati con mq 6 di prato per animale (il 50% in più di quanto previsto dal disciplinare biologico), alimentati a miscuglio di granaglie prediligendo il grano e la favetta. Pur utilizzando il mais cerchiamo di contenerlo come in passato.
Otteniamo un prodotto  molto salutare anche se questo allunga molto i tempi di allevamento. I polli al supermercato sono macellati a 90 giorni, il biologico supera di poco i 150 giorni, noi attualmente siamo attorno ai 200 giorni.
Gli animali si muovono parecchio, il muscolo è ben formato, la carne non si stacca subito dall’osso. E’ certamente una carne molto più consistente di quella del supermercato ma vi consiglio di cuocerla a lungo a basse temperature in modo da non alterare le proteine dell’animale e poter gustare quei sapori che erano propri dei polli allevati dai nostri nonni.


La trasparenza delle attività è importante in tutto il concetto; a lungo termine spero di contribuire alla creazione di un legame tra i cittadini, in particolare i cittadini della pianura, e una rete di agricoltori locali al fine di migliorare una cultura di comprensione e solidarietà per quanto riguarda l'agricoltura locale sostenibile.

Siamo in Via Monteforte 1690 a Montese (Mo) Tel. 059980020 oppure 3351368294
Pagina Facebook: Az. Agr. La Fonte, sito in allestimento: www.fattorialafonte.it